Convenzioni, Unioni e Consorzi

Nella Regione Piemonte la funzione della progettazione e gestione del sistema locale dei servizi sociali ed erogazione delle relative prestazioni ai cittadini è garantita attraverso gli Enti gestori della funzione socio assistenziale.

La maggior parte di tali Enti è costituita sotto forma di Consorzi di Enti Locali.

L'articolo 14, comma 31-ter prevede che i comuni, con popolazione fino a 5.000 abitanti, ovvero fino a 3.000 abitanti se appartengono o sono appartenuti a comunità montane, provvedano ad assicurare la gestione associata mediante Convenzione o Unione di tutte le funzioni fondamentali declinate dall'articolo 14, comma 27 del medesimo decreto.

L'articolo 14, comma 27 prevede tra le funzioni fondamentali dei comuni la progettazione e gestione del sistema locale dei servizi sociali ed erogazione delle relative prestazioni ai cittadini, secondo quanto previsto dall'articolo 118, quarto comma, della Costituzione.

L'articolo 5 del Decreto Legge 30 dicembre 2016, n. 244 (Decreto Mille Proroghe 2016) convertito con modificazioni dalla Legge 27 febbraio 2017, n. 19, ha stabilito che i termini  di  cui  all'articolo   14,   comma   31-ter,   del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito,  con  modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122, sono differiti al 31 dicembre 2017.

Tale termine è stato successivamente prorogato dall'articolo 1, comma 1120 della Legge 27 dicembre 2017, n. 205 al 31 dicembre 2018. Successivamente il Legislatore ha ulteriormente prorogato al 30 giugno 2019 al 31 dicembre 2019.

Ora con il Decreto-legge 30 dicembre 2019, n. 162 - (DECRETO MILLE PROROGHE 2019) così come CONVERTITO con modificazioni dalla Legge 28 febbraio 2020, n. 8 si prevede un ulteriore differimento al 31 dicembre 2020:

(Art. 18-bis) Modifiche in materia di funzioni fondamentali dei comuni

1. Nelle more dell'attuazione della sentenza della Corte costituzionale 4 marzo 2019, n. 33, e della conclusione del processo di definizione di un nuovo modello di esercizio in forma associata delle funzioni fondamentali dei comuni, i termini di cui all'articolo 14, comma 31-ter, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122, in materia di funzioni fondamentali dei comuni, sono differiti al 31 dicembre 2020.

Entro tale data pertanto i comuni interessati dovranno assicurare la gestione associata mediante Convenzione o Unione di tutte le funzioni fondamentali compresa la progettazione e gestione del sistema locale dei servizi sociali ed erogazione delle relative prestazioni ai cittadini. In caso di decorso dei termini di cui al comma 31-ter, il prefetto assegna agli enti inadempienti un termine perentorio entro il quale provvedere. Decorso inutilmente detto termine, trova applicazione l'articolo 8 della legge 5 giugno 2003, n. 131

In mancanza di modifiche normative la funzione della progettazione e gestione del sistema locale dei servizi sociali ed erogazione delle relative prestazioni ai cittadini "sembrebbe" esercitabile esclusivamente nelle forme della Convenzione o Unione e non del Consorzio.

Per altro verso, ai sensi dell'articolo 1, comma 456 della Legge 11 dicembre 2016, n. 232 "Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2017 e bilancio pluriennale per il triennio 2017-2019" è stato stabilito che in deroga a quanto previsto dall'articolo 2, comma 186, lettera e), della legge 23 dicembre 2009, n. 191, i consorzi di cui all'articolo 31 del testo unico di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, possono essere costituiti tra gli enti locali al fine della gestione associata dei servizi sociali assicurando comunque risparmi di spesa.

Ad oggi risulta difficile immaginare la conciliazione di queste due norme che attualmente coesistono solo grazie al differimento del termine previsto  al 31 dicembre 2020.

A questo punto, sulla questione rimane solo da attendere il ripristino della necessaria coerenza dell'ordinamento, da parte del Legislatore il quale, nel frattempo nel disciplinare la misura del Reddito di Cittadinanza, all'articolo 23, comma 5, del Decreto Legislativo 15 settembre 2017, n. 147 ha stabilito che:

Nel rispetto delle modalità organizzative regionali e di confronto con le autonomie locali, le regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano procedono, ove non già previsto nei rispettivi ordinamenti, all'individuazione di specifiche forme strumentali per la gestione associata dei servizi sociali a livello di ambito territoriale sulla base della legislazione vigente, inclusa la forma del consorzio ai sensi dell'articolo 1, comma 456, della legge n. 232 del 2016, finalizzate ad assicurare autonomia gestionale, amministrativa e finanziaria, e continuità nella gestione associata all'ente che ne è responsabile, fermo restando che dalla medesima gestione non derivino nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica.

 
free pokerfree poker

 

COORDINAMENTO

REGIONALE

Enti Gestori

dei Servizi Sociali

Immagine Deliberazione della Giunta Regionale 5 agosto 2020, n. 2-1821
Lunedì 17 Agosto 2020
D.G.R. 5 agosto 2020, n. 2-1821 sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte n. 33 del 13 agosto 2020 è stata pubblicata la Deliberazione della Giunta Regionale 5 agosto 2020, n. 2-1821: "Approvazione “Linee di indirizzo per le strutture residenziali e semiresidenziali per disabili, minori, anziani, area dipendenze, di prevenzione e contrasto alla violenza nella fase di emergenza... Leggi tutto...
Immagine Deliberazione della Giunta Regionale 5 agosto 2020, n. 1-1820
Lunedì 17 Agosto 2020
D.G.R. 5 agosto 2020, n. 1-1820 sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte n. 33 del 13 agosto 2020 è stata pubblicata la Deliberazione della Giunta Regionale 5 agosto 2020, n. 1-1820: "Approvazione “Piano territoriale regionale per la riattivazione dei Centri Diurni, Centri Diurni Integrati, Centri Diurni Alzheimer (Autonomi o Integrati) per anziani non autosufficienti”.”.
Immagine Corte Costituzionale - Sentenza n. 135 del 20 maggio 2020
Venerdì 10 Luglio 2020
Comuni e IPAB estinte: no al trasferimento dei beni e del personale - Sentenza n. 135/2020 Nonostante i vincoli naturali che legano le IPAB agli enti locali, i comuni non possono essere obbligati ad assorbire il patrimonio e il personale delle IPAB estinte scarica la sentenza
Immagine Deliberazione della Giunta Regionale 12 giugno 2020, n. 39-1523
Giovedì 09 Luglio 2020
D.G.R. 12 giugno 2020, n. 39-1523 sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte n. 28 del 9 luglio 2020 è stata pubblicata la Deliberazione della Giunta Regionale 12 giugno 2020, n. 39-1523: "Approvazione delle nuove Cartelle Disabilità Minori e Disabilità Adulti, contenenti le valutazioni degli aspetti sociali e sanitari. Modifica dell’allegato A) e revoca degli Allegati C), D) ed E)... Leggi tutto...
Immagine Deliberazione della Giunta Regionale 26 giugno 2020, n. 8-1576
Giovedì 02 Luglio 2020
D.G.R. 26 giugno 2020, n. 8-1576 sul supplemento ordinario n. 4 al Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte n. 27 del 2 luglio 2020 è stata pubblicata la Deliberazione della Giunta Regionale 26 giugno 2020, n. 8-1576 "Riordino della rete dei servizi residenziali della psichiatria – proroga al 30 settembre 2020 in ordine ai tempi di cui alla D.G.R. n. 30-1517 del 03/06/2015 e smi., come... Leggi tutto...
Sito realizzato da Gianni Zillante by JOOMLA

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini di uso dei cookies espressi in questo documento: privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information