La riforma della Professione di Assistente Sociale

Il governo con l'approvazione dell'articolo 3, comma 5 del Decreto Legge 13 agosto 2011, n. 138, convertito con modificazioni dalla L. 14 settembre 2011, n. 148, ha avviato una serie di liberalizzazioni che coinvolgono tutti gli ordini professionali compresi gli assistenti sociali. A dispetto delle intenzioni del Governo precedente, non si prospetta l’abolizione dell’Ordine ma la riforma di alcuni criteri riconosciuti che riguardano la formazione accademica e quella continua, l’esame di stato e la disciplina deontologica. Ciò ha portato l’ordine nazionale a predisporre una proposta di legge nell’ambito della manovra fiscale che è stata avviata al termine dell’ultimo Congresso Nazionale (Lecce, 27/28 Novembre 2010) e che si è conclusa con la “Proposta di legge sull’ordinamento della professione di assistente sociale, in ottemperanza dei principi enunciati dall’art. 3, comma 5 del D.L. 138/2011, convertito in Legge 148/2011” approvata il 15 ottobre 2011 leggi tutto
 
free pokerfree poker

 

EDUCATORI PROFESSIONALI

OPERATORI SOCIO SANITARI

COOPERATIVE SOCIALI

Albo Regionale Cooperative

Sito realizzato da Gianni Zillante by JOOMLA

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini di uso dei cookies espressi in questo documento: privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information