EDUCATORI PROFESSIONALI

L'educatore professionale è l'operatore sociale e sanitario che attua specifici progetti educativi e riabilitativi, nell'ambito di un progetto terapeutico elaborato da un'équipe multidisciplinare, volti a uno sviluppo equilibrato della personalità con obiettivi educativo/relazionali in un contesto di partecipazione e recupero alla vita quotidiana; cura il positivo inserimento o reinserimento psico-sociale dei soggetti in difficoltà.

L'educatore professionale:

a) programma, gestisce e verifica interventi educativi mirati al recupero e allo sviluppo delle potenzialità dei soggetti in difficoltà per il raggiungimento di livelli sempre più avanzati di autonomia;

b) contribuisce a promuovere e organizzare strutture e risorse sociali e sanitarie, al fine di realizzare il progetto educativo integrato;

c) programma, organizza, gestisce e verifica le proprie attività professionali all'interno di servizi socio-sanitari e strutture socio-sanitarie-riabilitative e socio educative, in modo coordinato e integrato con altre figure professionali presenti nelle strutture, con il coinvolgimento diretto dei soggetti interessati e/o delle loro famiglie, dei gruppi, della collettività;

d) opera sulle famiglie e sul contesto sociale dei pazienti, allo scopo di favorire il reinserimento nella comunità;

e) partecipa ad attività di studio, ricerca e documentazione finalizzate agli scopi sopra elencati.

L'educatore professionale contribuisce alla formazione degli studenti e del personale di supporto, concorre direttamente all'aggiornamento relativo al proprio profilo professionale e all'educazione alla salute.

L'educatore professionale svolge la sua attività professionale, nell'ambito delle proprie competenze, in strutture e servizi socio-sanitari e socio-educativi pubblici o privati, sul territorio, nelle strutture residenziali e semiresidenziali in regime di dipendenza o libero professionale.




La figura dell'educatore professionale all'interno del sistema integrato

La figura dell'educatore professionale all'interno del sistema integrato degli interventi e dei servizi sociali nella Regione Piemonte

L’Educatore Professionale (E.P.) è un operatore che attua specifici progetti educativi e riabilitativi nei servizi sociali e sanitari, con obiettivi educativo/relazionali e volti ad uno sviluppo equilibrato della personalità, in un contesto di partecipazione e recupero alla vita quotidiana. Tale figura professionale cura il positivo inserimento e reinserimento psico-sociale dei soggetti in difficoltà.

L’Educatore Professionale opera in ambiti in cui sono gestiti interventi socio-assistenziali e socio sanitari, quali ad esempio: comunità alloggio, gruppi appartamento, centri socio-terapeutici, centri diurni, servizi per le tossicodipendenze, centri per la salute mentale, educativa territoriale.

Lavora, in particolare, all’interno dei servizi alla persona in difficoltà e bisognosa di interventi di aiuto come persone con problemi psichiatrici, di tossicodipendenze, di disabilità e minori ed adulti in difficoltà. Rivolge il proprio intervento nell’area dell’emarginazione, del disadattamento sociale, della prevenzione.

 

Scheda orientativa
 
Decreto 22 giugno 2016

Decreto del Ministero della Salute di concerto con il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca 22 giugno 2016

Sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 196 del 23 agosto 2016 è stato pubblicato il Decreto 22 giugno 2016: "Modifica del decreto 27 luglio 2000, recante «Equipollenza di diplomi e di attestati al diploma universitario di educatore professionale, ai fini dell'esercizio professionale e dell'accesso alla formazione post-base» ".

 
Decreto 30 giugno 2015

Decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca 30 giugno 2015

 

Sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 166 del 20 luglio 2015 è stato pubblicato il Decreto 30 giugno 2015: "Definizione di un quadro operativo per il riconoscimento a livello nazionale delle qualificazioni regionali e delle relative competenze, nell'ambito del Repertorio nazionale dei titoli di istruzione e formazione e delle qualificazioni professionali di cui all'articolo 8 del decreto legislativo 16 gennaio 2013, n. 13.

 

 

Formazione
Legge 30 marzo 1971, n. 118
Conversione in legge del decreto-legge 30 gennaio 1971, n. 5, e nuove norme in favore dei mutilati ed invalidi civili
Legge 21 dicembre 1978, n. 845 Legge-quadro in materia di formazione professionale
D.P.R. 10 marzo 1982, n. 162 Riordinamento delle scuole dirette a fini speciali, delle scuole di specializzazione e dei corsi di perfezionamento.
Legge 11 novembre 1990, n. 341 Riforma degli ordinamenti didattici universitari
D.M. 30 novembre 1990, n. 444 Regolamento concernente la determinazione dell'organico e delle caratteristiche organizzative e funzionali dei servizi per le tossicodipendenze da istituire presso le unità sanitarie locali
D.M. 2 aprile 2001
 

Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro

COOPERATIVE SOCIALI - C.C.N.L. per le lavoratrici e i lavoratori delle cooperative del settore socio-sanitario assistenziale educativo e di inserimento lavorativo triennio 2010/2012
P.A. - COMPARTO SANITÀ - CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO INTEGRATIVO DEL CCNL DEL PERSONALE DEL COMPARTO SANITÀ STIPULATO IL 7 APRILE 1999 (declaratoria categoria D)
P.A. - COMPARTO SANITÀ - C.C.N.L. normativo 2006 - 2009 economico 2006 - 2007
P.A. - COMPARTO SANITÀ - C.C.N.L. economico 2008 - 2009
P.A. - ENTI LOCALI - C.C.N.L. del 31/03/1999 - revisione sistema classificazione professionale - categoria C
P.A. - ENTI LOCALI - C.C.N.L. normativo 2006 – 2009 economico 2006 – 2007
P.A. - ENTI LOCALI - C.C.N.L. economico 2008 – 2009
 

Educatore socio-sanitario. La Camera approva il ddl. Esercizio della professione consentito solo a chi consegue diploma di laurea

Il testo disciplina l'esercizio delle professioni di educatore professionale socio-pedagogico (che subentra all'attuale educatore) e di pedagogista, nonché, per alcuni aspetti, la professione di educatore professionale socio-sanitario (nuova denominazione dell'attuale educatore professionale). Per quest'ultima, per quanto non espressamente ora previsto, continua ad applicarsi la disciplina recata dal DM 520/1998. Il provvedimento passa ora al Senato leggi tutto

 

Normativa di riferimento



Decreto Ministeriale 10 febbraio 1984

Identificazione dei profili professionali attinenti a figure nuove atipiche o di dubbia ascrizione ai sensi dell’art. 1, quarto comma, del decreto del presidente della Repubblica 20 dicembre 1979, n. 761, che regolamenta lo stato giuridico del personale delle unità sanitarie locali

Decreto Ministeriale 8 ottobre 1998, n. 520
Regolamento recante norme per l'individuazione della figura e del relativo profilo professionale dell'educatore professionale, ai sensi dell'articolo 6, comma 3, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502
D.G.R. 30 Dicembre 2009, n. 94-13034
Indicazioni in merito al personale con funzioni di educatore professionale operante nei servizi sanitari, socio - sanitari e sociali della Regione Piemonte



 

In riferimento al TITOLO di educatore professionale vedi anche:

Deliberazione della Giunta Regionale 2 agosto 2013, n. 86-6288 - Casa famiglia ad accoglienza mista. Modifica alla DGR n.10-11729 del 13.7.2009 recante irequisiti strutturali e gestionali.

 

Il titolo professionale di educatore professionale spetta:

1) a coloro che siano in possesso di laurea in educatore professionale, afferente alla classe n. 2 delle lauree universitarie delle professioni sanitarie individuate con d.m. 2 aprile 2001 – professioni sanitarie della riabilitazione; il titolo di per sé abilita all'esercizio professionale, anche se la formazione dell’educatore può proseguire con la laurea specialistica (classe 2 del d.m. 2 aprile 2001 sulle lauree sanitarie specialistiche – scienze delle professioni sanitarie della riabilitazione), i Master universitari (di primo e secondo livello), il dottorato di ricerca;

2) a coloro che siano in possesso di diploma universitario di educatore professionale o di uno dei seguenti titoli equipollenti:

- Educatore professionale (corsi regionali triennali di formazione specifica, purché iniziati in data antecedente a quella di attuazione del decreto 10 febbraio 1984 del Ministro della sanità – corsi regionali triennali di formazione specifica ex decreto 10 febbraio 1984 del ministro della sanità – corsi triennali di formazione specifica ex legge 21 dicembre 1978, n. 845 – corsi di formazione specifica ex legge 30 marzo 1971, n. 118);

- Educatore di comunità (decreto 30 novembre 1990, n. 444 del Ministro della sanità);

- Educatore professionale (d.P.R. 10 marzo 1982, n. 162; legge 11 novembre 1990, n. 341);

- Educatore di comunità (d.P.R. 10 marzo 1982, n. 162; legge 11 novembre 1990, n. 341).

Va rilevato che, con il d.m. 29 marzo 2001, n. 182, istitutivo della figura professionale del tecnico della riabilitazione psichiatrica, è stato soppresso il profilo professionale di tecnico dell’educazione e della riabilitazione psichiatrica e psicosociale, di cui al d.m. 17 gennaio 1997, n. 57. Il diploma universitario abilitante relativo a quest’ultima figura è stato dichiarato equipollente a quello di educatore professionale.

Ulteriori equipollenze potranno essere stabilite, in sede regionale, in attuazione dell’accordo Stato – Regioni del 16 dicembre 2004, recante criteri e modalità per il riconoscimento dell’equivalenza ai diplomi universitari dell’area sanitaria dei titoli del pregresso ordinamento, in attuazione dell’art. 4, comma 2, della legge 26 febbraio 1999, n. 42.

Anep: “Si proceda all’equivalenza dei titoli pregressi”

 
TAR Puglia - Sentenza n. 975 del 14.06.2013
EDUCATORI PROFESSIONALI -TAR Puglia - Sentenza n. 975 del 14.06.2013
Scarica la sentenza
 
Consiglio di Stato - Sentenza n. 4960 del 06.07.2012

EDUCATORI PROFESSIONALI -  L’indirizzo specialistico della laurea in scienze dell’educazione è segnatamente rivolto alla formazione di educatori professionali nel settore extrascolastico e non vi è ragione per escluderne la valenza abilitante anche nel settore sanitario, in presenza di programmi formativi che, con il maggiore approfondimento peculiare al diploma di laurea, forniscono le dovute conoscenze in analoghe materie di studio, accompagnate da tirocinio presso le strutture sanitarie e quelle di assistenza socio sanitaria degli enti pubblici
Scarica la sentenza
 
TAR Piemonte - Sentenza n. 3130 del 11.12.2008
EDUCATORI PROFESSIONALI - TAR Piemonte - Sentenza n. 3130 del 11.12.2008
Scarica la sentenza
 
Deliberazione della Giunta Regionale 11 settembre 2006, n. 30-3773

D.G.R. 11 settembre 2006, n. 30-3773

sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte n. 37 del 14 settembre 2006 è stata pubblicata la Deliberazione della Giunta Regionale 11 settembre 2006, n. 30-3773: "L.R. 08/01/2004, n. 1 - Indicazioni in merito al personale operante nei servizi sociali della Regione Piemonte".

 


free pokerfree poker

ASSISTENTI SOCIALI

 

EDUCATORI PROFESSIONALI

OPERATORI SOCIO SANITARI

COOPERATIVE SOCIALI

Albo Regionale Cooperative

Sito realizzato da Gianni Zillante by JOOMLA

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini di uso dei cookies espressi in questo documento: privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information