TUTELA



Indennità di frequenza/di accompagnamento ai minori

Dal 20 maggio 2014 è pubblicata sul sito del Tribunale di Torino, alla voce "Comunicazioni importanti", la comunicazione riguardante l'Indennità di frequenza - di accompagnamento riconosciute ai minori. Nella quale è riportata la dicitura non è più necessaria l'autorizzazione del Giudice Tutelare.

In data 6 maggio 2014 il Tribunale Ordinario di Torino - Ufficio Tutele, comunica che in materia di indennità di frequenza/accompagnamento, la riscossione (come pure le attività ad essa strumentali, quali, ad esempio, apertura e chiusura di conto corrente o libretto intestato al minore e destinato all'accredito degli importi, nonchè prelievi) non devono ritenersi soggette ad autorizzazione da parte del Giudice Tutelare.

scarica la comunicazione in pdf
 
Certificato attestante la non presenza di procedure di interdizione e di inabilitazione

L'interessato può richiedere il rilascio di un certificato attestante che, presso il Tribunale di Torino, non sono pendenti procedure di interdizione o inabilitazione e che non sono state pubblicate sentenze aventi lo stesso oggetto.
scarica la scheda
scarica il modulo di richiesta
 
Certificato attestante la non presenza di procedure di interdizione e di inabilitazione

L'interessato può richiedere il rilascio di un certificato attestante che, presso il Tribunale di Alessandria, non sono pendenti procedure di interdizione o inabilitazione e che non sono state pubblicate sentenze aventi lo stesso oggetto.
scarica il modulo di richiesta
 
Tutela affidata ad enti di assistenza

La tutela dei minori, che non hanno nel luogo del loro domicilio parenti conosciuti o capaci di esercitare l'ufficio di tutore, può essere deferita dal giudice tutelare a un ente di assistenza nel comune dove ha domicilio il minore o all'ospizio in cui questi è ricoverato. L'amministrazione dell'ente o dell'ospizio delega uno dei propri membri a esercitare le funzioni di tutela .

È tuttavia in facoltà del giudice tutelare di nominare un tutore al minore quando la natura o l'entità dei beni o altre circostanze lo richiedono.


 
Competenza in caso di interdizione

Nel caso di interdizione, il Tribunale competente per territorio è quello del luogo dove la persona che deve essere interdetta ha la residenza o il domicilio. Per la sede di Torino: Tribunale Ordinario di Torino VII sezione civile-cancelleria istruttoria.

leggi tutto

scarica la scheda
 
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  Succ. 
  •  Fine 


Pagina 1 di 2
free pokerfree poker

Sito realizzato da Gianni Zillante by JOOMLA

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini di uso dei cookies espressi in questo documento: privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information