REDDITO DI CITTADINANZA

Fondo per la lotta alla povertà e all'esclusione sociale

Documenti e norme


Reddito di cittadinanza - Messaggio INPS 2 ottobre 2019, n. 3568

Reddito di cittadinanza - Messaggio INPS 2 ottobre 2019, n. 3568

Con il messaggio 2 ottobre 2019, n. 3568, l’Istituto comunica che dal 4 ottobre i beneficiari di Reddito di Cittadinanza o Pensione di Cittadinanza che hanno presentato la domanda a marzo 2019 possono integrarla collegandosi al link https://serviziweb2.inps.it/RedditoCittadinanza/autocertificazione. A partire dal 4 ottobre gli interessati sono avvisati tramite i recapiti sms o email da loro indicati.

Le prime domande di RdC e PdC, infatti, sono state presentate a partire dal 6 marzo, utilizzando un modello successivamente cambiato, il 2 aprile, a seguito delle modifiche apportate dalla legge di conversione (legge 28 marzo 2019, n. 26) del decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4 leggi tutto

 

Scarica IL COMUNICATO
 
Pubblicato l’Avviso 1-2019 PaIS

Con decreto del Direttore Generale per la Lotta alla povertà e per la programmazione sociale del 27 settembre 2019 è stato adottato l'Avviso pubblico n. 1/2019 PaIS. Rivolto agli Ambiti Territoriali, con una dotazione finanziaria complessiva di 250 milioni di euro a valere sul PON Inclusione (FSE 2014-2020) l'Avviso sostiene gli interventi di inclusione attiva e di contrasto alla povertà e all'esclusione sociale previsti nei Patti per l'Inclusione Sociale sottoscritti dai beneficiari del Reddito di cittadinanza e da altre persone in povertà.

Le proposte progettuali dovranno porsi in linea di continuità con gli interventi già valutati ed ammessi a finanziamento attraverso l'Avviso 3/2016, con la stessa struttura e le stesse finalità e dovranno essere coerenti con le Linee guida per la definizione dei Patti per l'inclusione sociale. Le azioni, in particolare, dovranno riguardare le seguenti funzioni:

rafforzamento dei Servizi Sociali;

interventi socioeducativi e di attivazione lavorativa;

promozione di accordi di collaborazione in rete.

Le risorse destinate al finanziamento dei progetti sono ripartite tra gli Ambiti territoriali secondo due criteri:

numero dei residenti sul totale dei residenti della Regione di appartenenza (peso 40%);

numero dei beneficiari del Reddito di Inclusione e del Reddito di cittadinanza sul totale dei beneficiari regionali, come comunicati dall'INPS con riferimento alle erogazioni del mese di maggio 2019 (peso 60%).

L'entità delle risorse spettanti agli Ambiti territoriali verrà stabilita in base al livello di avanzamento della spesa del progetto finanziato sull'Avviso 3/2016 alla data del 6 dicembre 2019.

Scarica LA DOCUMENTAZIONE
 
Reddito di cittadinanza, sancito accordo su valutazione degli esoneri e modalità convocazione dei beneficiari

REDDITO DI CITTADINANZA

Reddito di cittadinanza, sancito accordo su valutazione degli esoneri e modalità convocazione dei beneficiari

Principi e criteri generali da adottarsi da parte dei servizi competenti in sede di valutazione degli esoneri e modalità di convocazione dei beneficiari del Reddito di cittadinanza. Questi i capisaldi dell’accordo raggiunto il 1 agosto in sede di Conferenza unificata tra Governo, Regioni, le Province autonome di Trento e Bolzano e gli enti locali.

L’accordo sancito ai sensi dell’articolo 4, commi 3 e 15 - quinquies del decreto legge 28 gennaio 2019 n.4, convertito con modificazioni della legge 18 marzo 2019, n. 26 si propone di assicurare omogeneità di trattamento sul tutto il territorio nazionale per quanto riguarda:

1. I principi e i criteri generali da adottarsi da parte dei servizi competenti in sede di valutazione degli esoneri di cui all’articolo 4, comma 3, nonché le prime fattispecie di ulteriori casi di esoneri dagli obblighi connessi alla fruizione del Reddito di cittadinanza;

2. Le modalità di convocazione dei beneficiari del Reddito di cittadinanza da parte dei centri per l’impiego e dei comuni, singoli o associati in attuazione dell’articolo 4, comma 15-quinquies.

Consulta l’accordo

 
Reddito di cittadinanza: al via la "fase 2"

Reddito di cittadinanza: al via la "fase 2"

È partita il 2 settembre la 'fase due' del reddito di cittadinanza, con il via alle convocazioni da parte dei Centri per l'impiego dei beneficiari che dovranno firmare il Patto per il Lavoro per poi essere inseriti nelle attività che dovrebbero aiutarli a trovare un'occupazione. L'Anpal specifica però che leggi tutto
 
INL: verifiche sui percettori di RdC che lavorano “in nero”

L'Ispettorato nazionale del lavoro pubblica la circolare n. 8 del 25 luglio 2019, che riporta le indicazioni operative per il personale ispettivo relative al D.L. n. 4/2019 (conv. da L. n. 26/2019) recante “Disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni”
 
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  4 
  •  Succ. 
  •  Fine 


Pagina 1 di 4
free pokerfree poker

 

COORDINAMENTO

REGIONALE

Enti Gestori

dei Servizi Sociali

Sito realizzato da Gianni Zillante by JOOMLA

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini di uso dei cookies espressi in questo documento: privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information